null

Cattedrale di Santissima Maria Assunta

null

Antico Seminario

null

Museo Diocesano

null

Basilica di Santa Croce

null

Chiesa di San Matteo

null

Chiesa di Santa Chiara

null

Cattedrale di Santissima Maria Assunta

null

Antico Seminario

null

Museo Diocesano

null

Basilica di Santa Croce

null

Chiesa di San Matteo

null

Chiesa di Santa Chiara

null

Cattedrale di Santissima Maria Assunta

null

Antico Seminario

null

Museo Diocesano

null

Basilica di Santa Croce

null

Chiesa di San Matteo

null

Chiesa di Santa Chiara

Lecce e il Barocco

“Lecce è, dopo Napoli, la più bella e la più grande città del reame…
Le vie sono larghe e ben pavimentate; le chiese, come le case, sono costruite con una pietra bianca che si trova sul posto. Questa pietra, uscendo dalla cava è molle e facilmente vi si fanno su delle decorazioni, come se fosse della cera…”

Primavera del 1767 – Il giovane futuro diplomatico della corte di Federico II di Prussia, Johann Hermann Von Riedesel, barone di Eisenbach
Decidere di trascorrere una vacanza nella città barocca del Sud Italia significa intraprendere un viaggio di scoperta tra arte, storia, antiche tradizioni e paesaggi unici.
Perché Lecce sa stupire chi la visita per la prima volta e rinnova il desiderio di scoprirla ancora e rincontrarla una volta di più.
Una storia millenaria si intreccia passeggiando tra i vicoli di Lecce. La chiara pietra leccese racconta di popoli antichi e dominatori stranieri che hanno modellato la città e le sue architetture fino al Seicento, quando, sull’onda del sontuoso Barocco, le strutture si ricoprono di immagini, fiori, frutti, angioletti, festoni vegetali. Figure che quasi sembrano fuggire dalle facciate delle chiese e dei palazzi, tanto morbida è la pietra di cui sono fatti. Una pietra che, nei diversi momenti della giornata, assume sfumature che vanno dal giallo al rosato e che appare quasi dorata nel buio della notte, quando pochi punti luce ne raccontano particolari e dettagli.
In questo viaggio di scoperta la ricchezza di Piazza Duomo, i ricami del rosone di Santa Croce, gli intrecci del portale della chiesa di Santa Chiara e la maestosa facciata della chiesa di San Matteo che appare a sorpresa tra vicoli e corti, regaleranno ad ogni visitatore lo stupore della bellezza e la magia di antichi racconti.
Lecce e il Barocco

“Lecce è, dopo Napoli, la più bella e la più grande città del reame…
Le vie sono larghe e ben pavimentate; le chiese, come le case, sono costruite con una pietra bianca che si trova sul posto. Questa pietra, uscendo dalla cava è molle e facilmente vi si fanno su delle decorazioni, come se fosse della cera…”

Primavera del 1767 – Il giovane futuro diplomatico della corte di Federico II di Prussia, Johann Hermann Von Riedesel, barone di Eisenbach

Decidere di trascorrere una vacanza nella città barocca del Sud Italia significa intraprendere un viaggio di scoperta tra arte, storia, antiche tradizioni e paesaggi unici.
Perché Lecce sa stupire chi la visita per la prima volta e rinnova il desiderio di scoprirla ancora e rincontrarla una volta di più.

Una storia millenaria si intreccia passeggiando tra i vicoli di Lecce. La chiara pietra leccese racconta di popoli antichi e dominatori stranieri che hanno modellato la città e le sue architetture fino al Seicento, quando, sull’onda del sontuoso Barocco, le strutture si ricoprono di immagini, fiori, frutti, angioletti, festoni vegetali. Figure che quasi sembrano fuggire dalle facciate delle chiese e dei palazzi, tanto morbida è la pietra di cui sono fatti. Una pietra che, nei diversi momenti della giornata, assume sfumature che vanno dal giallo al rosato e che appare quasi dorata nel buio della notte, quando pochi punti luce ne raccontano particolari e dettagli.

In questo viaggio di scoperta la ricchezza di Piazza Duomo, i ricami del rosone di Santa Croce, gli intrecci del portale della chiesa di Santa Chiara e la maestosa facciata della chiesa di San Matteo che appare a sorpresa tra vicoli e corti, regaleranno ad ogni visitatore lo stupore della bellezza e la magia di antichi racconti.

Lecce e il Barocco

“Lecce è, dopo Napoli, la più bella e la più grande città del reame…
Le vie sono larghe e ben pavimentate; le chiese, come le case, sono costruite con una pietra bianca che si trova sul posto. Questa pietra, uscendo dalla cava è molle e facilmente vi si fanno su delle decorazioni, come se fosse della cera…”

Primavera del 1767 – Il giovane futuro diplomatico della corte di Federico II di Prussia, Johann Hermann Von Riedesel, barone di Eisenbach
Decidere di trascorrere una vacanza nella città barocca del Sud Italia significa intraprendere un viaggio di scoperta tra arte, storia, antiche tradizioni e paesaggi unici.
Perché Lecce sa stupire chi la visita per la prima volta e rinnova il desiderio di scoprirla ancora e rincontrarla una volta di più.
Una storia millenaria si intreccia passeggiando tra i vicoli di Lecce. La chiara pietra leccese racconta di popoli antichi e dominatori stranieri che hanno modellato la città e le sue architetture fino al Seicento, quando, sull’onda del sontuoso Barocco, le strutture si ricoprono di immagini, fiori, frutti, angioletti, festoni vegetali. Figure che quasi sembrano fuggire dalle facciate delle chiese e dei palazzi, tanto morbida è la pietra di cui sono fatti. Una pietra che, nei diversi momenti della giornata, assume sfumature che vanno dal giallo al rosato e che appare quasi dorata nel buio della notte, quando pochi punti luce ne raccontano particolari e dettagli.
In questo viaggio di scoperta la ricchezza di Piazza Duomo, i ricami del rosone di Santa Croce, gli intrecci del portale della chiesa di Santa Chiara e la maestosa facciata della chiesa di San Matteo che appare a sorpresa tra vicoli e corti, regaleranno ad ogni visitatore lo stupore della bellezza e la magia di antichi racconti.
Info e biglietteria
piazza_duomo
L’INFO POINT e la biglietteria di LeccEcclesiae sono situati in Piazza Duomo, all’ingresso dell’Antico Seminario.
I turisti potranno trovare esposto al suo interno tutto il materiale informativo ed il personale addetto sarà lieto di indirizzarli verso il percorso più adatto alle proprie esigenze.
Inoltre, per chi volesse evitare eventuali attese ed organizzare in anticipo il proprio percorso di visita, è attivo su questo sito anche il servizio di vendita on-line dei ticket di ingresso, raggiungibile cliccando QUI>
Info e biglietteria
piazza_duomo
L’INFO POINT e la biglietteria di LeccEcclesiae sono situati in Piazza Duomo, all’ingresso dell’Antico Seminario.
I turisti potranno trovare esposto al suo interno tutto il materiale informativo ed il personale addetto sarà lieto di indirizzarli verso il percorso più adatto alle proprie esigenze.
Inoltre, per chi volesse evitare eventuali attese ed organizzare in anticipo il proprio percorso di visita, è attivo su questo sito anche il servizio di vendita on-line dei ticket di ingresso, raggiungibile cliccando QUI>
Info e biglietteria
piazza_duomo
L’INFO POINT e la biglietteria di LeccEcclesiae è situata in Piazza Duomo, all’ingresso dell’Antico Seminario.
I turisti potranno trovare esposto al suo interno tutto il materiale informativo ed il personale addetto sarà lieto di indirizzarli verso il percorso più adatto alle proprie esigenze.
Inoltre, per chi volesse evitare eventuali attese ed organizzare in anticipo il proprio percorso di visita, è attivo su questo sito anche il servizio di vendita on-line dei ticket di ingresso, raggiungibile cliccando QUI>
INFORMAZIONI
Informazioni e prenotazioni dal lunedì al venerdì:
Tel. +39 0832.1827289
e-mail: info@chieselecce.it